Passa alle informazioni sul prodotto
1 su 1

Stinco di prosciutto 600g

Stinco di prosciutto 600g

Prezzo di listino €5,50
Prezzo scontato €5,50 translation missing: it.Discount

Perché acquistare su Casa Fiorucci?

SPEDIZIONE A TEMPERATURA CONTROLLATA CON CAMION REFRIGERATO

PRODOTTO FRESCO APPENA AFFETTATO

LUNGA SHELF LIFE DEI PRODOTTI

SPEDIZIONE IN 24H ROMA E PROV. – 48H RESTO D’ITALIA – 72H ISOLE

ORDINE MINIMO 30€ - SPEDIZIONE GRATUITA OLTRE I 60€

Lo stinco di prosciutto è, senza dubbio, uno dei must della tradizione gastronomica italiana.

Antichissima è la sua origine, almeno cinquecento anni fa, così come tradizionale il tipico condimento con un mix di spezie che fanno dello Stinco di prosciutto un secondo veloce e gustoso, apprezzato in tutto il paese.

Cotto al vapore, sterilizzato e confezionato sottovuoto lo Stinco di prosciutto, proveniente da carne di puro suino, è il prodotto ideale per un’apprezzatissima cena in compagnia.

Prova subito il sapore squisito di Stinco di prosciutto 600g, senza glutine e senza glutammato.

Occasioni di consumo

Pranzo | Cena

Informazioni nutrizionali

Valore energetico: 162 Kcal / 679 KJ
Proteine: 24.8g
Carboidrati: 0.1g
  • Zuccheri: 0.1g
Grassi totali: 6.9g
  • Acidi grassi saturi: 2.3g
  • Acidi grassi monoinsaturi: G
  • Acidi grassi polinsaturi: G
Sodio: G
Sale (NaCl): 1.5g

Ingredienti

Carne Di Suino, Sale, Aromi.

Peso

600 G

Prezzo €/kg

9.83

Visualizza dettagli completi

Stinco di prosciutto: gusto pieno al vapore

Uno stinco di prosciutto di puro suino cotto al vapore: cosa ci può essere di più gustoso? Se a questo aggiungiamo il sale, dosato con competenza, gli aromi naturali e il mix di spezie Fiorucci non possiamo che trovarci di fronte a molto di più che un normale Stinco di prosciutto, ma a una vera e propria eccellenza italiana. Un secondo veloce, gustoso, appagante, sempre pronto nella pratica confezione sottovuoto. Tutto questo è lo Stinco di prosciutto Fiorucci, l’erede di una storia antica.

Lo Stinco di prosciutto, da Mirandola all’Italia

Pur di non lasciare all’esercito di Papa Giulio II della Rovere che stava assediando la loro città neanche un maiale con cui sfamarsi i cittadini di Mirandola (cittadina della provincia di Modena) agli inizi del XVI secolo ebbero l’idea di macellare tutti i suini in loro possesso e poi conservarne le carne nel tipico budello di cotenna. Mai idea fu più gustosa di questa! Lo Stinco di prosciutto, da allora, non scarseggia più né sulle tavole dei mirandolesi né su quelle degli italiani, per le feste di Natale e per i cenoni di fine anno in particolare, di cui rappresenta una delle specialità più gustose ed equilibrate.

Consigli del Salumiere Fiorucci

Lo Stinco di prosciutto è un ospite immancabile al tavolo delle feste soprattutto al cenone di fine anno, accompagnato dalle benauguranti lenticchie. Ma chi ha detto che non si possa consumare in altri periodi dell’anno? La cottura a vapore dello Stinco di prosciutto lo rende un secondo non solo appetitoso, ma anche equilibrato, non pesante, ideale con un contorno di patate o verdure di stagione.